Nexus 7 (2013) Review: Still The Best 7-Inch Android Tablet

The original Nexus 7 swept onto the scene dramatically in 2012 and took a neat chunk out of Apple's 7 inch IPS screen Android 4.2 8GB tablet android cinesi share with its fast and clean performance on stock Android, competetive spec line-up and, crucially, a much lower price point than any of its rivals.

So it's not exactly surprising that Google has decided to reboot the concept with the Nexus 7 2013 edition. The name may not have changed save for the timestamp on the end, but the important thing is that Google's gone back and checked over the original Nexus 7, figured out what worked and what didn't and has refined and distilled the concept into something even more impressive.

While much has changed on the exterior, it's worth bearing in mind that although the processor and other internals are upgraded this is what might be considered an incremental upgrade (akin to the iPhone 'S' models) rather than a massive overhaul.

Nexus 7 (2013) Review: Design

As much as we liked the design of the original Nexus 7, it was abundantly clear that it was made as cheaply as possible. From the all-plastic casing to the hollow-feeling back cover (which could be popped off completely if one were so inclined) the device simply couldn't compete with the build quality of Apple's products – but few complained, because the Nexus 7 was less than half the price of an iPad.

Thankfully, while the value of the device hasn't risen all that sharply (it's now £199 instead of £159 for the entry-level model) the standard of the construction has. It is now thinner and lighter than its predecessor, although it does stand a little taller when held in portrait. It's not as wide though, which means you can wrap a hand around it quite comfortably - handy for those times when you need another hand free (we won't speculate as to why).

The back of the device has a soft-touch texture that should prevent unwanted drops, but it does pick up scuffs and marks incredibly easily. We'd barely had our review unit out of the box minutes before we noticed a scratch on the back.

In terms of colour, Google have now added a white version of the Nexus 7 to the Google Play Store. This is only avaliable on the more expensive 32GB option and isn't yet avaliable on the 4G LTE version. Once you take this version out of the box there will be a cheeky little Android 4.4 KitKat update awaiting as well.

Nexus 7 (2013) Review: Specifications

What a difference a year makes. Tegra 3 is out and Qualcomm's 1.5GHz quad-core Snapdragon S4 Pro is in - the very same processor that shipped inside the Nexus 4 phone. And even though its powering a display with more pixels, the chipset performs admirably. Benchmark scores are excellent, although they fall short of being at the cutting-edge of the Android sector.

Running 3DMark's Ice Storm graphical benchmark on the 2013 Nexus 7 returns a score of 11489, which is very respectable indeed. GeekBench 2 – which benchmarks all kinds of performance details – comes up with 2589, which is a big improvement over the 1558 posted by the previous year's model. While the Nexus 7 can't match Tegra 4 beasts like the Nvidia Shield, it's still got more than enough raw power to do everything you could possibly want it to.

Nexus 7 (2013) Review: Software

The 2012 Nexus 7 was the first Android product to launch with 4.1 - better known as Jelly Bean. This newer model has 4.3 on board, which also goes by the name of Jelly Bean. Confused? Don't be - like the tablet itself, the software represents an evolution rather than a revolution. Android 4.4 KitKat is also now avaliable but we're not sure in what capacity.

There are improvements such as OpenGL ES 3.0 support for better 3D performance and Bluetooth low-energy compatibility, something that will come in very handy as the much-hyped "smart watch" revolution kicks off. For long-suffering parents there's the welcome ability to run restricted profiles on the device, which means you can disable in-app purchases in games to avoid having your pesky offspring spend thousands of pounds of digital goods.

The fact that many of Android 4.3's improvements are hard to see makes it feel very much the same as 4.2. In fact, if you didn't know you might even assume it was the same version of the OS. However, when you take into account the level of polish that is now applied to Android, it's hard to grumble - it's an exceptionally good operating system with excellent stability and customisation.

Android 4.4 KitKat Update And Related Issues

Nexus 7 is now receiving the update to Android 4.4 KitKat, with it comes a brand new UI design, lighter and brighter interface and even bigger icons. Google Now is fully integrated into the launcher for the first time ever which makes Nexus devices a lot better to use. Expect to be asking your china shopping on line tablet a lot more questions very soon. Hangouts have also been reworked, and the KitKat will also run on 512MB of RAM – not that you need to worry about that with the Nexus 7!

The Nexus 7 is now on the latest version of Android which is 4.4.2. Expect it to be updated to 4.4.3 pretty soon after it comes out, Google is usually pretty good to us like that.

As with anything though, there have been teething problems. Nexus 7 users have claimed there’s a media storage crash which stops you from moving files between the computer and phone. This hasn’t been fixed by the update but it could be in the works for Android 4.4.3 KitKat.

A small number of users have also complained about some fault Bluetooth connectivity which hasn’t been fixed as of yet. The last problem is broken NFC tags but that is only from a couple of sources. All in all, the problems are small and affect a minimal number of users, but it’s still annoying if they crop up on your Nexus 7.

Android 4.4.3 is likely to land soon though, hopefully that’ll iron out all these issues left over from the jump to Android 4.4.


ADATA PC500 per la ricarica del tuo smartphone o tablet!

ADATA™ Technology, produttore leader nella costruzione di memorie DRAM ad elevate prestazioni e di prodotti basati su tecnologia NAND, presenta quest’oggi il dispositivo di ricarica PC500 appartenente alla famiglia Choice, un accessorio colorato e curato nel design che incorpora quanto è necessario, in termini di alimentazione, per assicurare un corretto funzionamento di smartphone e Quad-core Android 4.2.2 8GB migliori offerte tablet.

Con la crescita nella domanda di soluzioni di ricarica che siano robuste e facilmente trasportabili, unita all’aumento nella diffusione di smartphone e online negozio cinese tablet, ADATA ha scelto di sviluppare ed immettere sul mercato una serie di accessori Mobile che possano rispondere al meglio alla domanda degli utenti di ricaricare rapidamente i propri dispositivi. Il dispositivo di ricarica PC500 è l’ultimo arrivato in questa gamma di soluzioni, dotato di una batteria ai polimeri di litio dalla capacità di ben 5.00 mAh. Grazie a 2.1 ampere di corrente fornisce una ricarica rapida ai propri dispositivi. Oltre a questo, PC500 è dotato di una ricca serie di funzionalità di sicurezza, comprendenti protezione da sovraricarica e scaricamento, da corto circuiti, da tensione eccessiva o ridotta, protezione NTC da temperatura eccessiva e funzionalità di spegnimento automatico.‘

PC500 è costruito con un design esterno molto curato, proposto in colorazioni rosa o turchese. Il livello di carica istantaneo può essere facilmente letto attraverso un indicatore a LED; non manca in dotazione una borsa da trasporto in feltro. Un cavo USB di ricarica particolarmente lungo permette di ricaricare il proprio dispositivo mobile tenendo PC500 all’interno della propria borsetta. Questo dispositivo di ricarica portabile è stato sviluppato per fornire ai possessori di dispositivi mobile la maggior flessibilità d’uso possibile dei propri prodotti, senza per questo dimenticare le esigenze di quegli utenti attenti alla moda ed al design che sono anche alla ricerca di dispositivi per enfatizzare il loro proprio stile.

Disponiblità

PC500, appartenente alla famiglia di prodotti Choice, sarà disponibile presso rivenditori selezionati e distributori al prezzo medio retail suggerito di USD31.35.


Il nuovo HTC One ha un solo "difetto": il Samsung Galaxy S5...

Comunque vada sarà un successo. O, meglio, sarà un gps per cellulari low cost che lascerà il segno. Sia per caratteristiche tecniche, sia per quello che abbiamo potuto vedere finora, non c’è dubbio che il nuovo HTC One sia già da includere fra i terminali più interessanti del 2014.

Le basi di partenza, del resto, sono già una garanzia: il “vecchio” HTC One è stato consacrato da buone parte della critica specializzata (noi compresi ) come il miglior smartphone del 2013. E se è vero che buon sangue non mente non c’è ragione di dubitare sul fatto che anche il nuovo HTC One sarà all’altezza delle aspettative.

Non è comunque questo il momento di spingerci in confronti e analisi fra il nuovo HTC One e la concorrenza: per quelli attenderemo come sempre di avere il terminale fra le mani per spingerci in qualche considerazione più approfondita. Una cosa, però, si può già dire sul nuovo portacolori della casa taiwanese ancora prima di vederlo dal vivo. E cioè che il suo problema più grosso si chiama Samsung Galaxy S5.

Lo abbiamo capito in questi anni. Per HTC il difficile non sta tanto nel creare prodotti di qualità, quanto piuttosto nel superare la concorrenza di una società la cui potenza di marketing è al momento inavvicinabile. Inutile girarci intorno: Samsung è la società più “visibile” del mondo. Contate i secondi (perché di secondi si tratta) che passano dal momento in cui atterrate in una nuova località al primo cartellone pubblicitario che reclamizza un prodotto della casa coreana. Vi renderete conto che non esiste città al mondo nella quale il marchio Samsung non arrivi prima di qualsiasi altra cosa. A volte prima della città stessa.

Samsung spende in marketing più di Apple e Microsoft messe insieme, più della stessa Coca Cola (una società che si può dire viva quasi esclusivamente di marketing). Nei primi mesi dello scorso anno, il budget dell’area sales & marketing di Samsung era 14 volte più alto di quello di HTC. In condizioni di questo tipo, è evidente, la partenza di HTC non può che essere ad handicap, a prescindere dal reale valore del nuovo HTC One. Lo è perché i consumatori non sono indifferenti ai messaggi promozionali dei produttori, ma anche e soprattutto perché gli operatori (i primi veri acquirenti dei produttori di telefoni cellulari accessori) sono da sempre piuttosto “sensibili” al traino che può derivare loro da un battage pubblicitario di un certo tipo.

E insomma, puoi avere anche il miglior telefono dell’anno, ma se agli occhi degli utenti arrivi secondo rischi di perdere la partita. Spesso ancor prima che cominci.


Nokia XL con Android: prezzo e scheda del phablet low-cost

Nokia XL è il secondo smartphone dual sim con sistema operativo Android presentato dalla società finlandese dopo la coppia Nokia X e Nokia X+ (praticamente lo stesso modello, con piccolissime varianti) e si differenzia per via della presenza di uno schermo di diagonale generosa da 5 pollici, seppur a bassa risoluzione. Anche XL monta la speciale piattaforma Nokia X che si basa proprio sul sistema operativo open source di Google, con una pesante personalizzazione e un uso “veicolato” dell’OS con l’installazione dei soli applicativi che si possono trovare sullo store proprietario oppure attraverso store di parti terze, ma non direttamente da Google Play. Qui sopra una prima immagine, dopo il salto un’altra foto e tutte le caratteristiche del nuovo cellulare che è piazzato in uscita nel secondo trimestre a un phablet prezzo di 109 euro.

Quali sono le caratteristiche tecniche di Nokia XL? Possiamo trovare appunto un display IPS LCD da 5 pollici di diagonale con controllo automatico della luminosità per il risparmio energetico, l’immancabile tecnologia capacitiva, il sensore d’orientamento, il Display Nokia Glance, per una risoluzione che si assesta sul WVGA (800 x 480 pixel) in formato 15:9 con uno dei più bassi valori di densità di pixel per pollici, appena 187ppi. Insomma, non proprio il massimo. A proposito di dimensioni, misura 141.4 x 77.7 x 10.9 millimetri per un peso di 190 grammi, mentre sul retro trova spazio una fotocamera da 5 megapixel (2592 x 1944 pixel) con autofocus. La batteria da 2000 mAh dura da 16 a 30 giorni. Il processore è uno Snapdragon S4 Dual core 1 GHz con 768MB di Ram, c’è una memoria da 4GB espandibile via microSD di ulteriori 32GB e interfacce Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 3.0, USB 2.0 e non manca il GPS.

Ecco il riepilogo della scheda:

Piattaforma Nokia X basata su Android

Schermo touchscreen da 5 pollici IPS LCD WVGA (800 x 480 pixel) in formato 15:9 e 187ppi

Processore è uno Snapdragon S4 Dual core 1 GHz con 768MB di Ram

Fotocamera da 5 megapixel

Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 3.0, USB 2.0

Batteria da 2000 mAh

Dimensioni 141.4 x 77.7 x 10.9 millimetri per un peso di 190 grammi

Per quanto riguarda le funzionalità interne, c’è la feature Fastlane che permette di controllare il multitasking aprendo in una sola pagina tutte le app che si stanno utilizzando, Nokia mette a disposizione i software proprietari HERE Maps e HERE Drive+ mentre Nokia MixRadio consente di ascoltare le stazioni radiofoniche preferite. Uscirà tra primavera e estate per un phablet dual sim prezzo di 109 euro (al netto di tasse e imposte locali) nei colori verde brillante, arancione, ciano, giallo, nero e bianco.


Samsung Galaxy S5 vs iPhone 5S, Confronto e caratteristiche tecniche

Potremmo riempire pagine parlando di se avere un grande schermo o un più compatto. Il  Galaxy S5 Samsung rappresenta il primo concetto, un pannello con 5.1 pollici Super AMOLED e risoluzione FullHD, quindi la sua densità raggiunge ben 432 punti per pollice. Avere uno siti vendita smartphone cinesi grande schermo potrebbe essere un po ‘più scomodo maniglia, ma in questo caso è più o meno accettabile limite. Utilizzo con una mano è difficile, ma non impossibile. La cosa buona di un panel come questo è che tutto sembra migliore, più sensazione di spazio, e il contenuto è chiaro. Nel frattempo, Apple ha resta impegnata a 4 pollici sono la funzionalità equivalente, così il vostro iPhone 5S è l’unico mercato high-end per mantenere questo formato compatto. Il pannello è un LCD IPS con risoluzione di 1136 x 640 pixel , causando 326 punti per pollice di risoluzione quello che Apple chiama Retina e in questo caso perde al suo avversario.Lo schermo di iPhone 5S ci permette di operare il terminale con una mano senza intoppi e portiamo in tasca, senza quasi accorgersene. Tuttavia, riteniamo che il punto centrale è la virtù, né sarebbe accaduto se avessero aumentato a 4,5 pollici di diagonale (come del resto si dice che faranno con l’iPhone 6).

Il disegno è un punto soggettivo, ma qui dobbiamo riconoscere che Apple ha fa le cose veramente bene.L’azienda della mela ha una reputazione in relazione alla comparsa dei loro prodotti, e l’ iPhone 5S è un chiaro esempio. Il terminale ha un aspetto elegante , elegante e costruito in alluminio , quindi è anche resistente. Il telaio è, come detto, molto più compatto, e spessore di 7,6 millimetri lo rende molto elegante e leggero . Samsung resta impegnata invece progettare una linea di linee, di plastica arrotondati e coperchio posteriore rimovibile . Questo progetto offre il vantaggio di che ci permette di rimuovere la batteria, ma non così solido. La cover posteriore ha una struttura che migliora punti di presa e mette in evidenza la sua resistenza all’acqua certificato dal grado di protezione IP67.

Fotocamera e Multimedia

Anche se l’ iPhone 5S continua sensore da 8 megapixel, Apple ha migliorato ampliando i pixel, unobiettivo più luminoso e, insieme al sistema BSI , ottenuto ottimi risultati in condizioni di scarsa illuminazione. Una delle sue caratteristiche salienti è il lampo tono duo LED , ottenendo ritratti più luce naturale mescolando un LED bianco con un altro in una tonalità giallastra. L’obiettivo è coperto con vetro zaffiro per la protezione, più un filtro infrarosso per evitare l’aberrazione cromatica. Anche FullHD 1080p registrazione video a 30 fps e 120 fps a HD720p, consentendo di creare video in slow motion, oltre a un stabilizzatore per evitare di tremare. La sua fotocamera frontale è da 1,2 megapixel di risoluzione.

Nel frattempo, il  negozi cinesi online italia Galaxy S5 Samsung ha una fotocamera di 16 megapixel con il nuovo sistemaISOCELL , ottenendo cablaggio più luce evitando la comparsa di rumore attraverso un sistema di cellule che separa ciascun pixel. Secondo Samsung è l’ evoluzione del sistema BSI, anche se non abbiamo ancora potuto testare. Tra i suoi vantaggi è l’ approccio ultra-veloce entro 0,3 secondi, come Rich Tone HDR mode e messa a fuoco selettiva , che ci permette di variare la messa a fuoco dopo lo scatto della foto. Essa ha anche stabilizzatore video e solleva la barra che consente la registrazione di immagini in 4K a 30 fps. Stessa iPhone 5S, può anche fare video in slow motion a 120 fps in qualità HD720p e 60 fps in Full HD. La fotocamera frontale ha 2 megapixel.

Il profilo multimediale il iPhone 5S è un po ‘   limitato in termini di formati di riproduzione, è che Apple non è molto appassionato di standardizzazione . Ci sono applicazioni che ti permettono di giocare più tipi di file, come ad esempio VLC Media Player, ma il supporto nativo non è compatibile con alcuni formati video più comuni come AVI. Il  Galaxy S5 Samsung invece è un Android , un sistema che si distingue per la sua compatibilità con altri sistemi, quindi non ci sarà alcun problema a riprodurre video, musica, foto o documenti comuni.


iPhone 6, un video mostra come dovrebbe essere

Apple presenterà iPhone 6 entro la fine dell’anno, probabilmente in autunno, ma nel frattempo un appassionato del mondo della Mela ha creato un curioso video concept che mostra come potrebbe essere il nuovo cellulari dual sim android con la mela morsicata: design simile a iPad Air, schermo da 4,7 pollici a 1080p, fotocamera da 10 megapixel e un corpo ancora più sottile.

corpo ancora più sottile e uno schermo più grande.

APPLESMARTPHONEConcept iPhone 6

Floriana Giambarresi, 11 marzo 2014, 12:32

Apple presenterà iPhone 6 entro la fine dell’anno, probabilmente in autunno, ma nel frattempo un appassionato del mondo della Mela ha creato un curioso video concept che mostra come potrebbe essere il nuovo smartphone con la mela morsicata: design simile a iPad Air, schermo da 4,7 pollici a 1080p, fotocamera da 10 megapixel e un corpo ancora più sottile.

Il concept è stato realizzato da Sam Beckett e soddisfa la maggior parte dei desideri dei consumatori per il prossimo telefono ammiraglia di Cupertino, ma fornisce anche una rappresentazione abbastanza realistica di ciò che è possibile aspettarsi dall’iPhone 6. Nella sua progettazione, Beckett chiama il dispositivo iPhone Air, dotandolo di uno display Retina più ampio, con diagonale da 4,7 pollici, risoluzione a 1080p e densità per pixel pari a ben 468 ppi. Ciò ha un senso se si considerano le numerose indiscrezioni che vedono Apple testare diverse dimensioni del pannello per il suo prossimo melafonino.

Realistico anche il design creato nel concept, che mostra un iPhone 6 molto leggero e con una cornice quasi invisibile: immagini trapelate di recente online hanno infatti mostrato la stessa idea di design, che rappresenta un passo successivo naturale rispetto a quanto fatto con iPhone 5 e iPhone 5S, che possiedono cornici sempre più minimaliste. Il profilo è di soli 7 millimetri di spessore e, nella progettazione, il designer ha arricchito lo schermo del prossimo melafonino con un vetro in zaffiro, caratteristica possibile dato che recentemente Apple ha aperto diverse fabbriche per la produzione di tale materiale, di cui una in Arizona.

Il concept di iPhone 6 è infine dotato di un processore Apple A8 più veloce e alza il sensore della fotocamera principale a 10 megapixel (con apertura f/1.8), dagli 8 megapixel di cui è dotato lo cellulari singole sim attualmente sul mercato. Quanto mostrato è piuttosto realistico poiché si basa su tutte le indiscrezioni più recenti relative al mondo iPhone: la maggior parte degli esperti del settore non si aspetta infatti che iPhone 6 sia rivoluzionario, ma Apple potrebbe stupire la propria clientela presentando diverse innovazioni.


Lenovo ThinkPad 8 Recensione

Anche se questo dispositivo è propagandato come business , gli utenti vorranno valutare le loro esigenze prima di optare per il ThinkPad 8 per le imprese - come questo modello a metà tra un utente business casual e tablet consumer , il che rende una grande opzione per chi vuole un dispositivo per soddisfare entrambi i ruoli . Tuttavia , si pone la domanda, se il ThinkPad 8 non è adatta per gli utenti business , allora che cosa lo distingue dalla concorrenza ? Oppure, è solo un altro Bay- Trail dotato di Windows 8.1 tablet windows prezzi?

Costruire e Design

Il tablet da 8 pollici dotato di un - ormai familiare - forma rettangolare con un involucro nero e una corporatura robusta con una finitura di alta qualità . Dopo la raccolta il dispositivo in su, ci si sente un po 'più pesante rispetto ad altri dispositivi da 8 pollici come il Dell Venue Pro 8 . Il ThinkPad 8 si sente bella in una mano , ed è particolarmente comodo da tenere quando equipaggiato con 35 dollari di copertura magnetica opzionale, che dà un po 'di trazione .

Il frontale presenta una sottile cornice nera intorno allo schermo , con una webcam da 2 megapixel sulla parte superiore del un pulsante dedicato finestre sensibili al tocco nella parte inferiore del dispositivo in modalità verticale e . Esso misura 8.8 x 5.2 x 0,35 centimetri e pesa circa £ 0,9 , uguale alle Dell Venue Pro 8 e Toshiba Encore 8 compresse . Anche se pesa circa gli stessi dispositivi come analoghi , il ThinkPad 8 sente certamente più pesante di offerta di Dell , ma questo può essere attribuito alla sua qualità di costruzione elevata e il fatto che è leggermente più alto di Dell .

Il retro del tablet dispone di una fotocamera da 8 megapixel con auto-focus e flash nell'angolo in alto a sinistra , e un logo ThinkPad in alto a destra . C'è una luce di stato rossa integrata nel logo , che funge da punto nella "i" di " Pensa ", e si illumina mentre il tablet è in uso o la ricarica . Essa non pregiudica la progettazione molto, ma è un tocco premuroso e unico in un mare di nero rettangolari compresse da 8 pollici .

Visualizza

La prima cosa che notò TPCR durante l'avvio del tablet è che la qualità di visualizzazione è impeccabile , ci piacerebbe andare fino a dire che è alla pari con l' Apple iPad mini con display Retina . Lenovo confezionato Full HD nel ThinkPad 8 , con un conseguente risoluzione di 283 ppi - luminose e nitide . Caratteri piccoli sono facili da leggere , specialmente in modalità desktop, dove il display può essere un po 'angusta per la piena di Windows 8.1 utilizzo. Ma con l' alta risoluzione , gli utenti non dovranno strizzare gli occhi o darsi un mal di testa cercando di scorrere pagine web o documenti.

Non è onestamente niente di male da dire sul display e lo mette davanti altre tavolette da 8 pollici . Il Dell Venue Pro 8 sembra ancora bello accanto ad essa , ma il Lenovo senza dubbio vince il primo posto in questa categoria .

Qualità a parte , l'idea che uno schermo da 8 pollici è adatto per gli utenti business è un po 'confusa , dato che non è esattamente comodo navigare il tablet in modalità Desktop - lungo termine . Certo , utilizzando le applicazioni Metro è un gioco da ragazzi , ma come molti sanno , ormai , Windows 8 è notevolmente carente in quella zona . Pertanto, è la mancanza di applicazioni che rende le compresse in esecuzione completa di Windows 8.1 invece di Windows RT così attraente , in quanto diventa più facile per colmare le lacune . Ma non sembra che gli utenti vorranno trascorrere ore studiando attentamente i fogli di calcolo su uno schermo così piccolo . Toccando intorno sullo schermo in modalità Desktop richiede un po ' serio coordinazione occhio-mano , e gli utenti potrebbe essere più adatto utilizzando uno stilo o trackpad .

Pulsanti e Porti

Sul bordo sinistro di questo tablet è un bilanciere del volume , tasto di accensione , e una porta di ricarica che ospita anche una porta micro -USB . Il bordo destro sfoggia una porta mini - HDMI e uno slot per schede micro - SIM e microSD card slot sono nascoste dietro uno sportellino . Infine , vi è una porta per le cuffie si trova sul bordo inferiore , sotto il pulsante capacitivo di migliori tablet windows 7/8 .

A prima vista , può sembrare che questo dispositivo ha una porta full-size USB 3.0 , ma al momento tester esame più attento capito che era in realtà una doppia micro -USB 3.0 e porta HDMI . Agisce anche come la porta di ricarica , sagomata proprio disegno caricatore di Lenovo . Questo è un po 'una delusione , dato che la ricarica del dispositivo significa che gli utenti non possono fare uso di entrambe le porte . Inoltre , una porta full-size USB 3.0 avrebbe portato questo dispositivo fino a standard più elevati per gli utenti business .

Gli utenti saranno inoltre affidamento sul caricatore proprietario disegnato da Lenovo , lasciandoli senza la flessibilità di scegliere tra la pletora di disposizione di terze parti caricabatterie micro- USB . Simile a utenti Apple che sono in fase di transizione tra il 30 pin e il caricabatterie Lampo 8 -pin , gli utenti scoprono di avere un altro cavo di cui hanno bisogno per assicurarsi che essi hanno a portata di mano . Il rialzo per la mancanza di una porta completa dedicata USB 3.0 è che mantiene la tavoletta sottile . Ma sembra strano che un dispositivo propagandato per gli utenti business non sarebbe per lo meno rendere più facile per caricare il tablet mentre è collegato anche ad un altro schermo tramite la porta mini - HDMI .


Tablet e laptop scandiscono la nostra vita:usati da tutti, ognuno per scopi diversi

Tutti insieme ma divisi tra loro dalla finalità. Nell'epoca dell'eterna connessione e del multi-tasking, i dispositivi elettronici scandiscono sempre più la nostra giornata, anche se pur intrecciandosi l'utilizzo di smartphone, tablet cellulare android low cost e laptop si differenzia in base all'obiettivo.

La fotografia di quanto e come vengono utilizzati i principali strumenti hi-tech arriva dall'indagine "Multi-Device using" commissionata da Facebook a GFK, che certifica l'integrazione di smartphone, tavoletta e computer.

Oltre il 60% delle persone utilizza quotidianamente almeno due dispositivi e il 20% ne utilizza tre. Il 77% usa lo smartphone per comunicare, l’86% accende laptop o pc per attività lavorative e il 50% accede al tablet per entertainment. Non sorprende che Facebook risulta tra le attività più frequentemente gestite da tutti i dispositivi. Uno degli aspetti più interessanti dello studio è la tendenza delle persone ad attribuire un ruolo specifico a ciascun device: se lo smartphone è considerato il dispositivo per eccellenza in mobilità dal 77% degli intervistati, usato principalmente per comunicare e per accedere ai social media, il tablet è percepito dal 50% delle persone come un hub per l’entertainment domestico da condividere con gli altri membri della famiglia soprattutto tra le parete domestiche. Il ruolo del PC è invece per l’86% degli intervistati di supportare le attività lavorative e la gestione delle proprie finanze.

La tecnologia è sempre più la compagna ideale per comodità e praticità; tutti coloro che fanno ricerche e necessitano di accedere a contenuti specifici ed entrare in contatto velocemente con i propri amici tendono a passare da un dispositivo all’altro. Oltre il 40% delle persone infatti inizia un’attività su un device per proseguirla su un altro per dimensioni dello schermo e della tastiera, un trend che cresce parallelamente all’aumentare del numero di dispositivi posseduti, raggiungendo il 54% di coloro che possiedono due dispositivi e il 73% di coloro che ne possiedono tre. Non sorprende quindi che il 60% degli intervistati prediliga l’uso del computer per terminare un’attività già iniziata e solo il 25% l’uso del store online tablet cellulare cinese.

La praticità risulta quindi essere il fattore che più di ogni altro spinge a cambiare dispositivo ma l’urgenza dell’attività, il tempo richiesto, il livello di sicurezza e di privacy e l’accuratezza richiesta sono altri elementi che influiscono sulla scelta del dispositivo. Lo smartphone risulta essere l’unico dispositivo utilizzato durante l’intera giornata, preferito 10 volte di più rispetto al laptop in mobilità sui trasporti pubblici e 3 volte di più rispetto al tablet.

Quanto a Facebook, l’accesso viene invece effettuato attraverso una molteplicità di dispositivi, una tendenza che conferma la capacità del social network di raggiungere tutti e in qualsiasi momento della loro vita e luogo in cui si trovano in modo veloce e coinvolgente.

A proposito della convergenza tra i dispositivi ecco un interessante punto di vista espresso da Luca Colombo, Country Manager Facebook Italia: “Ogni giorno sempre più persone accedono da due o più dispositivi e durante l’intera giornata utilizzano costantemente lo smartphone, una tendenza accentuata anche nel nostro Paese, se si osservano per esempio le abitudini della popolazione italiana su Facebook dove 24 milioni di persone sono attive mensilmente, di cui 18 da mobile e, di questi, 13 ogni giorno da smartphone e tablet". Numeri rilevanti che confermano la preminenza, sempre più netta, dell'esperienza mobile:

"Queste cifre dimostrano l’importanza di evolvere interfaccia e usabilità per ottimizzare l’esperienza multi-device, garantendo agli utenti un accesso uniforme e coinvolgente", spiega Colombo, secondo cui "è indispensabile che le aziende comprendano l’opportunità di un contatto costante e continuativo con milioni di consumatori mediante smartphone e tablet e, per questo, mettano il mobile al centro delle proprie strategie di relazione e comunicazione con i clienti. Opportunità che Facebook, grazie ai numeri citati sopra, mette a disposizione sia a piccole e a grandi aziende”.


Nokia X in Italia con il bus Go!Port

I Nokia X non sono ancora disponibili in Italia, ma il produttore finlandese porterà i nuovi cellulari touch screen android nel nostro paese a bordo di un bus. Il tour del Nokia X Go!Port è partito da Barcellona, sede del Mobile World Congress, e ha già toccato Parigi e Lione. La prossima fermata sarà Milano (10 marzo), dove gli sviluppatori avranno la possibilità di conoscere dal vivo i dispositivi e incontrare gli esperti Nokia che illustreranno i passi necessari al porting delle applicazioni Android.

Durante la presentazione dei tre modelli (Nokia X, X+ e XL), l’azienda di Espoo ha sottolineato che il 75% delle app possono funzionare senza modifiche, mentre per il restante 25% sono necessari piccoli cambiamenti che richiedono al massimo 8 ore di tempo. Sul sito dedicato agli sviluppatori, dove è possibile trovare tutta la documentazione, è stata predisposta una pagina che permette di verificare la compatibilità, semplicemente effettuando il drag&drop del file APK. In caso di esito positivo, l’app può essere pubblicata subito sul Nokia Store.

Nokia X Go!Port sosterà a Milano per due giorni al Superstudio in via Tortona 27, per poi proseguire alla volta di Bologna e accogliere a bordo gli sviluppatori emiliani durante la giornata di giovedì 13 in piazza VIII Agosto. In occasione della tappa milanese, Nokia festeggerà con tutti gli sviluppatori locali la conclusione della due-giorni con un party al Sand Café. Sul double-decker verde si terranno workshop dedicati che approfondiranno tutti gli aspetti riguardanti l’attività di porting, come l’utilizzo delle API o i meccanismi di acquisto in-app.

I partecipanti potranno raccogliere le sfide lanciate dagli esperti di Nokia e mettere alla prova le proprie abilità per accumulare punti e vincere gadget tecnologici. Gli sviluppatori troveranno a bordo del bus altre piacevoli sorprese, oltre ovviamente ai Nokia X che saranno messi a disposizione per testare direttamente le loro funzionalità. Per rilassarsi tra un workshop e l’altro, potranno approfittare delle postazioni con Xbox per giocare o della zona lounge per fare networking e scambiarsi idee.

Rito quasi imprescindibile per ogni device di recente introduzione è quello che consente di esaminare la componentistica interna tramite video e immagini illustrative. Nokia X, china cellulari scontati online presentato in occasione del Mobile World Congress di Barcellona, non fa eccezione e si mostra nelle consuete immagini “senza veli”, che permettono di dare uno sguardo a quello che si nasconde nelle le colorate scocche del dispositivo Nokia dal cuore Android.

L’immagine in apertura mostra i principali componenti tramite una foto “live”, mentre quella riportata di seguito, tratta dal manuale di servizio del device, offre un visione d’insieme di tutti i componenti grazie allo schema esploso, che permette di identificare in maniera dettagliata i singoli elementi collocati all’interno della scocca.

I principali elementi posizionati all’interno del Nokia X compredono la mainboard con il processore Snapdragon 200, dual-core da 1 GHz, 512 MB di RAM ( 768 per la versione X+ ed XL) e 4GB di storage, un modulo fotocamera da 3 megapixel con fuoco fisso e la batteria da 1500 mAh. Una componentistica che, come da tradizione Nokia, è alloggiata in maniera razionale all’interno della compatta scocca del Nokia X, nonostante si tratti di un device che si colloca nel segmento degli entry-level. La commercializzazione del Nokia X è già stata attivata nei mercati emergenti e si estenderà al nostro paese in primavera.


HTM H925 cellulare, migliori 4.0 pollici touch screen capacitivo Spreadtrum SP6820 Android 2.3.6 online

HTM H925 cellulare, migliori 4.0 pollici touch screen capacitivo Spreadtrum SP6820 Android 2.3.6 online


HTM H950: Android 2.3.6 OS+ Spreadtrum SP6820 ARMv7 CPU + 256MB RAM + 512MB ROM

4 inch 2-point-touch capacitive screen + 320 x 480 pixels screen resolution

Rear camera support up to 2.0 MP photo output & camcorder capability

Bluetooth for handsfree calling and data transferring + calling recorder

WiFi + FM + Play Store + Bluetooth + Ebook + Email + Gmail + Messaging + Wallpapers + Calendar + Calculator + Clock + Alarm + World Clock + Camera + VPN + Tethering

Supports APK format Android game and applications, such as Angry Birds, Tomcat and etc

This Cell Phone only works with GSM networks, NOT 3G Networks

Example of Compatible Networks

France: Bouygues, Orange, SFR GSM, Virgin

UK: MCom, T-Moblie, TeleWare

Ireland: Vodafone, O2, Meteor, Tesco

Spain: Orange, Movistar, Vodafone, Simyo, Yoigo

Portugal: Vodafone, TMN, Optimus

USA: AT&T, T-Moblie, Fido, Suncom, Airvoice, CTC, Edge, Indigo, Tuyo, 7-Eleven, Callplus, O2, Lucas, Suncom

Canada: Rogers, Fido

Australia: Optus, Telstra, Vodafone, Virgin

Italy: TIM, Vodafone, Wind

http://www.tinydeal.com/it/htm-h925-40-sp6820-android-236-unlocked-smartphone-p-114036.html



搜索栏
RSS链接
链接
加为博客好友

和此人成为博客好友